Some ads...

Search this Blog

Pageviews

Friday, August 31, 2007

Angelo D'Arrigo


Ieri sera a Superquark di Piero Angela hanno trasmesso qualcosa di particolare, unico come il protagonista del documentario, una storia vera, come vero è stato il tragico epilogo.

Angelo D'Arrigo è stato un visionario, un poeta, un Icaro che aveva trovato le ali ideali con le quali volare, contro natura se vogliamo, verso il Sole... ha volato sull'Himalaya, sulle Ande, sulle Alpi... la sua passione l'ha fatto avvicinare agli uccelli, suoi Maestri, anzi al Re degli uccelli.

Nella forma fisica di due fratelli, due splendidi esemplari di condor andini, Inca, il maschio e Maya, la femmina.. trovati, guariti e cresciuti, ha volato con loro nei cieli di Sicilia e poi, dopo l'imprinting, presentato nel documentario con poesia e rigore scientifico, i due giganti dell'aria che consideravano Angelo e la sua famiglia, LA LORO famiglia... sono ritornati tra i picchi delle Ande peruviane... ho visto le immagini toccanti della bella e triste storia con l'audio della Tv azzerato mentre la musica di Sakamoto da BTTB, musica per piano solo andava... una pratica che amo fare di quando in quando, per elevare la tv a finestra sul mondo e non a mondo;-)))

Quanta bellezza, ho pianto... il povero Angelo è mancato al mondo ed ai suoi cari cadendo banalmente da 200 m. mentre era passeggero su un superleggero...

... nessuno potrà dimenticare, io nemmeno, il suo sguardo, le carezze a Inca, le danze di felicità del rapace quando atterrava ai piedi di Angelo.

Due mondi distanti un cielo si sono parlati, guardati negli occhi. Un miracolo.



Thursday, August 30, 2007

Stella 12 strings giant guitar...





... come la chiama Woody Mann, conosciuto anni fa a Vicenza... un grande... ma dicevo: Stella 12 strings! Un mito... rare, scalcinate, costose, mitiche e mitizzate... le chitarre dei bluesmen... come ho già scritto, ne possiedo una replica... un suono UNICO, personalissimo...

Stefan Grossman, tanto antipatico quanto buongustaio in fatto di chitarre possedeva un'originale e fu "consulente" di Gryphon Guitars, con il sostegno manuale di Mario Martello e Jon Lundberg, liutai storici della Berkeley di Robbie Basho, Country Joe McDonald e tutti gli altri che gravitavano in zona UCLA e San Francisco... dicevo consulente... nell'approntare un "labour of love" come dicono gli americani: 8 repliche della summenzionata Stella 12 corde... ne avevo letto, l'avevo anche cercata, ma... OTTO!!!!! pezzi prodotti.... e quandomai?!?!? e poi, proprio oggi, cazzeggiando nel Web... ECCOLA!




Peccato sia stata trasformata in left-hand (pratica NON eseguibile su altri strumenti convenzionali, ma la Stella usava un "ladder bracing" incatenatura a scala, che la rende ambidestra - furbetti;-))... bella... quasi quanto la mia, ma con in + quell'aura di folk revival californiano...

Bert Jansch


Amo Bert Jansch! Ho avuto la fortuna di vederlo un paio di volte dal vivo, negli anni d'oro - fine anni '70s - con il suo stile ha influenzato generazioni di chitarristi in tutto il mondo - uno stile asciutto, personale, unico e "quella" voce.

Tradizione ed innovazione, e MOLTISSIMA umanità... un uomo che ha sofferto, è passato dall'olimpo del rock, suonando al Fillmore e, dopo aver attraversato alcuni anni di etilismo, ha gestito un negozio di chitarre alla periferia di Londra ed è ripartito a suonare in pubblico dagli amati pub di campagna, ritornando, a furor di popolo, ai concerti in Giappone, Sud Korea... lo adoro.

Proprio a proposito del Giappone, alcuni giorni fa ho trovato da EIL.com una copia, rarissima, del suo seminale "Rosemary Lane"... tenete presente che possiedo una ottima "ristampa" del 1972, strausata, e l'originale prima stampa del 1969 su Transatlantic... avevo bisogno della copia Japan pressing?

Dopo averla ricevuta, posata sul piatto ed ascoltata... la risposta è: SI!

Ci sono i testi!!!!!!! ... e la resa è, se possibile, ancora migliore della già ottima prima stampa inglese! Il vinile vergine, la registrazione, effettuata da Bill Leader in casa nel Sussex dello stesso Bert nel corso di alcuni weekend e mixata dal geniale Nic Kinsey ai Livingston Studio, è SOLO voce e chitarra, nessuna sovrincisione, MA è un capolavoro assoluto... viva, trasmette tutto ciò che l'artista aveva da dire...

35 sterline VERAMENTE ben spese...

Wednesday, August 29, 2007

Leica M8 - la prima "vera" digitale Leitz!


La voglio!!!!!

L'ho usata poche ore fa e... devo averla: Babbo Natale o qualcos'altro, devo averla... niente + foto sgranate, povere in dettaglio, pressapochistiche... venderò la mia fida ma inutilizzata M4-P e terrò gli obiettivi... e regalerò la piccola digitale ai ragazzini del parco... spero di non essere scambiato per un pedofilo;-)))))))
BELLISSIMA.


Monday, August 27, 2007

Silvia Boschero.... santa Donna!


Silvia Boschero è una santa donna... trasmette da anni su RadioRai1 con passione e competenza, sa di West Coast, di musica del Mali (Ali Farka Tourè, Rokia Traorè...) e di molto, molto altro e con la sua trasmissione Village illumina il panorama radiofonico nazionale con buon gusto, leggerezza e cultura, musicale e tout court.
Date un'occhiata alle "scalette"... FANTASTICHE!
Grazie, Silvia!

http://www.radio.rai.it/radio1/radiounomusica/village.cfm

Sunday, August 26, 2007

La Rivista Ideale


Molte sono state le mie riviste ideali: Ciao 2001, Muzak, Gong... Linus e AlterLinus, Urania, Pikappa di Peter Kolosimo, Pianeta, Airone, The Absolute Sound... tutte avevano varietà, stimoli a non finire, novità... la sensazione di essere SEMPRE aggiornato e Cool;-), nei rispettivi settori, fossero musicafumettinaturafantascienzaaudio.
Da alcuni anni... questa coolness mi arriva solo da Mojo, rivista inglese che acquisto da tempo, ricchissima di spunti ed informazione, in perenne equilibrio tra novità e agiografia del rock e dall'italiana Blow Up!, idem come sopra, solo in italiano, con forse una + marcata predisposizione per ciò che è "strano" (weird, direbbero su Mojo...)
L'ultimo numero che ho letto di Blow Up!, ad esempio, riporta sullo stesso numero - il 109 - una intervista con Anne Briggs, mia GRANDE passione, una recensione su The Great Koonaklaster Speaks: a Tribute To John Fahey, di cui sto leggendo il terzo ed ultimo libro, uscito postumo "Vampire Vultures", purtroppo solo in inglese... pazzesco! ed un bell'articolo su 100 spunti in altrettante pietre d'angolo del rock... Gino Dal Soler è sintonizzato su certe onde che ho sempre bazzicato... anche per me, come anche dicevano John Coltrane e Miles, una nota racchiude un mondo... ed ecco Blow Up! parlare di certi momenti di Three Friends dei grandi, amati Gentle Giant, Bruce Palmer con Cycle is Complete, Paul Kantner, Grace Slick e David Crosby da Blow against the Empire "A Child is Coming", con quell'impasto cosmico di acustiche e piano e la voce di Crosby, schegge sotto pelle... d'oca, i Doors di Light My Fire, Nancy Sinatra di These Boots are made for Walkin', con quel basso dum-dudududuum.dudududum...yeahhh... gli Strawbs, ed ancora in Happy Trails dei Quicksilver Messenger Service, quando durante la suite Who do you Love, Gary Duncan, con una chitarra + lancinante di John Cipollina, ed il pubblico con un handclapping perfetto, montano un vero canto, un inno sciamanico... e Baba O'Riley degli Who... chi ha mai ascoltato altro del gruppo di tale forza...un totale di 100 di queste chicche!

Ed io che pensavo di essere un pazzo visionario quando riascoltavo PROPRIO questi frammenti... ad esempio sul raro bellissimo disco di Bruce Palmer, ho consumato la traccia, 3 minuti 3, di Alpha Omega Apocalypse... diavolo di un Dal Soler, Lui lo sapeva... vedere messo in parole ciò che hai sempre sentito e pensato... beh... Vi leggerò fino alla fine dei miei giorni... http://www.blowupmagazine.com/ e http://www.mojo4music.com/
INSOSTITUIBILI! IMPERDIBILI!!!

Berlin 4














Ancora vivi i ricordi della permanenza a Berlino, pensavo alla fortuna di avere nella propria città una struttura come la Berliner Philarmonia, quel complesso costruito e diretto da visionari come Scharoun e Von Karajan...
sarebbe come un sogno per me... davvero, potrei vendere il mio sistema audio e diventare un assiduo frequentatore di concerti, fossi un berlinese... per intanto, mi sono accontentato di una interessante, interessantissima visita alla sala principale ed alla sala minore... pensata per molti anni, ma costruita in relativamente 4&4=8, presenta soluzioni di assoluta avanguardia e rivoluzionaria democratica follia: il palco è modulabile secondo le esigenze dell'orchestra, con argani e comandi elettronici da far impallidire gli attuali "ingegneri", vi sono delle "nuvole" in materiale acusticamente assorbente e riflettente, ogni posto a sedere ha il proprio baffle retroaurale, per dare ad ognuno nel pubblico pari opportunità per udire un suono il + indistorto e - colorato possibile... NON esistono "palchi d'onore"!!!
COME FAREMMO IN ITALIA?????? Anche la Regina d'Inghilterra, per ben gustare un concerto, siede tra il pubblico... mi piace!
I materiali all'interno, sono, per scelta del progettista, "poveri"; per non intimorire con lussi eccessivi e meglio predisporre il concert-goer alla verità: "il Tesoro" è la Musica, NON la scatola... mi piace ancor di più!
Luci calde, multistrato, canapa per le sedute, comode, ma non un trionfo di molleggi... niente nidi di acari, quel tanto che serve a tenere sveglio l'interesse della mente nella comodità sobria e spartana del sorreggere le terga dell'ascoltatore. Bello...
Insomma: un capolavoro! E che calendario per il 2007/2008... dovrei essere da quelle parti, prima di Natale, con moglie e fratello&consorte... un bel Messiah di Haendel mi gusterebbe proprio... ho già scritto in agenda quando lanciare la mia prenotazione, in rete, of course... Diavoli di tedeschi: vi amo!

Friday, August 24, 2007

... ehi, è ancora estate...


... e non di sole cose "alte" vive l'uomo... è uscito "Classic Disco Number 1s"... un disco di dance-music degli anni d'oro - gli anni '70, of course...
BELLO... come una macchina del tempo, le gambe partono da sole... ricordi di discoteche al mare, Calabria... ahhhhh...... sapore di camporella...
Potenza della musica...
http://www.pricegrabber.com/search_fullinfomu.php/music_id=991228/masterid=599122801
Tracking list:

1 Flashdance...What a Feeling - 3:53 (Cara, Irene)
2 San Francisco (You've Got Me)/In Hollywood - 10:12 (Village People)
3 Brazil - 5:13 (Ritchie Family)
4 Contact - 3:39 (Starr, Edwin)
5 Maniac - 4:18 (Sembello, Michael)
6 Y.M.C.A. - 3:47 (Village People)
7 Funkytown - 3:56 (Lipps Inc.)
8 Thank God It's Friday - 3:18 (Love & Kisses)
9 Star Wars Theme - 3:33 (Meco)
10 After Dark - 3:39 (Brooks, Pattie)
11 The Medicine Song - 4:06 (Mills, Stephanie)
12 Trouble-Maker - 4:03 (Kelly, Roberta)
13 I Found Love (Now That I Found You) - 3:11 (Love & Kisses)
14 I Need a Man - 5:00 (Jones, Grace)
15 My Sweet Summer Suite - 7:08 (Love Unlimited Orchestra)
Yeahhhh!

Thursday, August 23, 2007

Bob Dylan: la Santificazione di His Bobness!



... sarà il bel programma su RadioRai 1 che sto ascoltando PROPRIO ora, dedicato al sempiterno Bob... ma avete letto?

Il 7 settembre uscirà nelle sale italiane I'm not here!

Con Richard Gere ed altri ad interpretare Dylan in vari momenti della sua vita... Lui, anzi Egli non apparirà su schermo, tipo in Billy the Kid di Sam Peckinpah, ma solo con un pezzo inedito inserito nella Soundtrack...


Non vedo l'ora...

Sunday, August 19, 2007

Bruno Bozzetto, nemo propheta in patria sua...





... con un pizzico di liuteria... accoppiata incredibile, fuori di testa come una bow-window, forse, ma vera... l'altra sera sono passato a ritirare la mia Blazer/Stella/Tonk Bros. replica 12 corde, dopo un paio di settimane di tagliando dal liutaio, l'amico Roberto Lanaro di Padova... ora, SOLO ora, la chitarra esprime la sua grande classe... un suono meravigliosamente complesso, vario... una vera orchestra... con le corde giuste, le pazzesche La Bella 710-12H 014-068, e soprattutto le regolazioni del liutaio, il nut ed il saddle nuovi-nuovi in materiale hi-tech della Graph Tech http://www.graphtech.com/tusq_info.php... il mitico TUSQ (Man Made Ivory - la simpatica marketing hype recita "va così bene che dovrebbe essere illegale" - come l'avorio, lasciano intendere): INCREDIBILE E VERO! Una resa da avorio, morbida e dettagliata, lasciando in pace i poveri elefanti, leoni di mare, walrus ecc. ecc.... talmente superiore all'osso che penso ci sarà un po' da fare, prossimamente per il Maestro Lanaro...;-)
... stiamo chiaccherando del + e del -, Berlino, italietta, Franco Morone e Luca Francioso... e, Roberto, improvvisamente tira fuori da un cassetto, con fare carbonaro, un floppy e dice... questo lo devi avere... non si trova in Italia... me lo son fatto mandare da un'amico all'estero... pensate: Bruno Bozzetto, gloria nazionale da decenni ha prodotto un piccolo ma sincero cortometraggio... un'autocritica, un'invito alla presa di coscienza, perchè, come diceva il Maestro Manzi: "Non è mai troppo tardi!"... L'Italia e L'Europa... ed è talmente ben fatto da aver, probabilmente pestato i piedi, infastidito il Palazzo...
BRAVO, Bruno!
... provo a (ri)metterlo in rete, con un autoinvito ed un invito caloroso a tutti... meditiamo gente meditiamo...
Almeno 5 minuti, forse 10, dopo aver tentato, inutilmente di trasformare il floppy in "qualcosa" di pubblicabile... eccolo dalla rete!;-)
Triangolato sull'estero, ma c'è:

http://www.dol.ru/users/cat/prikols/swf/europe-italy.html

copia/incolla...
;-)

P.S. - due parole di commento sulle foto della Blazer: in quella "sgranata", presa da una rivista, Paul Geremia suona la mia 12 strings, nel 1996... nell'altra, quel "marinaretto" brizzolato non sono io, ma il liutaio tedesco Rudie Blazer, a Tubingen (Germany) lo scorso giugno, pochi minuti prima che io diventassi proprietario di quel pezzo di legno;-)
Grazie Rudie e grazie Willi!


Saturday, August 18, 2007

No comment


http://www.audio-consulting.ch/

Linkino interessantissimo


Date un'occhiata a questo link... tutto MOLTO interessante, ma il videoclip dell'Audiophile Club of Athens su YouTube è... impareggiabile;-)))

http://www.analogtubeaudio.de/index.php?article_id=118&clang=1

... come al solito "copia&incolla"...

A proposito, il portatestina RS Laboratories RS-3 "Rotary Headshell" un po' macchinoso procurarselo, ma... fantastico!!!!!
Accattatev'illo!

Thursday, August 16, 2007

BERLIN 3






Credo di avere ripetuto l'esperimento ormai una decina di volte... Brescia, Milano, Napoli, Palermo, Padova, Bolzano, Wien, Munchen, New York City, Los Angeles, Shanghai, Tunisi... ed ora Berlino... in queste ed in chissà quante altre città, la comunità audiofila costituisce una vera e propria Mafia, ci si esprime in uno slang odiato dal gentil sesso, in inglese, misto a tedesco e francese... Jean Hiraga, Klangfilm, EMT, 300B, VT52, AD1 e così via, in un lisergico crescendo...
Comunque, approfittando della breve vacanza berlinese, domenica scorsa avevo appuntamento con Thomas Schick a casa sua per "portare dal dottore" il povero FR64-S dell'amico Loris e per vedere il work in progress del mio nuovo braccio!
Il gentilissimo Thomas mi aveva avvertito che saremmo stati in compagnia di un'altro suo cliente ed amico di Hamburg.
Così, domenica scorsa, in un bell'appartamento un po' decadente della ex-Berlino-Est, un italiano e due tedeschi... come nelle barzellette... ma dopo pochi convenevoli, necessari per la presenza di mia moglie, che sorseggiava del te e cominciava già ad annoiarsi... evvai! Klangfilm, driver ad eccitazione (non quella di mia moglie per "esserci"!) Garrard 301 e braccio Schick 12 pollici con una vecchia Ortofon SPU-A... una libidine!
Rudy, l'amico di Thomas arrivato una mezz'oretta dopo, assomiglia fisicamente un po' al mio amico Giorgio di Brescia;-)))... ed è l'autore di un interessante libro (solo in Tedesco, purtroppo...) su diffusori ed altoparlanti ad alta impedenza e triodi: Grande! - beh, anche con lui, empatia immediata, chiacchere musicali... conosci i dischi della Eterna? Te li tirano ancora dietro, son della vecchia Germania DDR: un vinile un po' di merda;-), ma grande musica... concordo... con Thomas, poi, scopriamo di avere in comune una passionaccia per l'oud e la musica medio-orientale in genere!
FESTA!!!
Dischi di Paniagua, Rabih Abou Khalil su Enja... maccome, non conoschi Salman Shukur? E non conosci neanche Anouar Brahem? Vergogna: e tu saresti appassionato di musica per oud!;-) faccio io... e lui, con altri dischi che non conoscevo... e così per due piacevolissime ore... ed il suono delle Siemens Klangfilm? Incredibilmente naturale... risate, scambi di opinioni, suoni... lo dico e lo penso, lo penso e lo dico: la Musica è l'Esperanto! Più dell'inglese, più dell'esperanto!;-)
Il mio braccio sarà pronto a breve... mi attendo un'altro piccolo gradino verso la MUSICA...

BERLIN 2




















Avete presente l'espressione: "Accolto come un Re"? Come avrete capito, ho passato cinque splendidi, incasinatissimi, movimentati frenetici giorni a Berlino e... potevo, come "recordist" non tributare una dovuta visita alla Neumann, The Microphone Company, come recita la scritta sul loro campanello... perchè, ebbene si... sono andato a trovare la Neumann;-)))
... e questi, una azienda storica, importante ha accolto un recordist, meglio un turista italiano in bermuda... scusandomi... "... aehmm, scusate la mise, sapete, sono in vacanza..." Beh, non ci crederete: metà degli impiegati erano... anch'essi in bermuda!;-) e Birkenstock.
Dicevo, accolto come un re... scambio di convenevoli, si accomodi le chiamo il responsabile del settore tecnica e revisioni, il Dipl. Ing. Bertelmann, non in bermuda, MA gentilissimo... ha ascoltato le mie richieste e domande ed ha risposto puntualmente, con una sorpresa, di cui Vi dirò tra poco... purtroppo NON una bella sorpresa, e per niente tedesca. Mi ha fatto visitare il piccolo ma delizioso museo: microfoni rari e rarissimi, il famoso Hitler's Bottle, vari M49 e 50; U67 come i miei, solo meno belli;-), ed una copia dell'U87 Golden Anniversary... pacchianissima e funzionante versione cromata oro, shock-absorber compreso, del microfono + famoso del mondo.
Anche l'ing. Bertelmann ad una mia battuta circa il buon gusto dell'oggetto aveva concordato... una schifezza, non in linea con un sobrio studio hi-tech, ma con il denaro... m'ha fatto capire che se invece di chiamarmi Bertoncello mi fossi chiamato ORTF e avessi ordinato n. 250 U87 in finitura... rosa... NESSUN PROBLEMA!
Business is business in tutto il mondo.;-)
Mi fa fatto vedere e fotografare un tornio d'incisione DMM, accendendolo pure, perchè... le lucine son + belle;-)))
Veramente una bella esperienza: una interessante, piacevole chiaccherata su argomenti tecnici e gossip... davvero grazie.
Ma veniamo alla sorpresa: la mia idea era quella di approfondire la ricerca sul giradischi e sul braccio professionale della Neumann, costosissimo e dedicato agli studi di mastering per il controllo di qualità delle stampe in vinile (preserie) e della testina Neumann DST, ottima, rara e ben suonante testina MC, di cui possiedo alcune repliche costruite in Giappone da un'artigiano, Chiaki Kikuchi-san, le "famose" Lumiere DST Replica. Il buon Chiaki aveva imparato a costruire queste deliziose, ottime testine... smontandone più d'una... bravo e molto giapponese!
Con mia sopresa, enorme SORPRESA, son venuto a conoscenza che... i documenti originali, Il Patent e la scheda tecnica... son andati perduti, persi, lost, perdu... durante un trasloco!!!!!
... ma come... i tedeschi, una macchina da guerra, precisi... mi perdono documenti unici... no microfilm, no copie... forse, mi ha detto dispiaciuto il Dipl. Ing.... mi scriva nei prossimi giorni e vedrò cosa riesco a trovare... sperem!
... e per quanto riguarda il mitico, titanico giradischi da studio? Ho saputo che trattavasi di un trazione a cinghia... ed io che pensavo ad un Super EMT 927 o 930... e, in un deposito polveroso ce n'è tuttora uno, NON completo e non funzionante... che spreco, poveri noi!
Dopo un'oretta di conversazione, un complimento, così... tra capoecollo;-)... Ma sa che Lei ne sa forse più di noi, su certi argomenti?

Cheddire?
Italia-Germania 2-1;-)
Ringrazio la Neumann nella persona del Dipl. Ing. Bertelmann per la gentilezza e la disponibilità... ma ammetto di essermene tornato da mia moglie agli Hackescher Hofe http://www.photoconnect.net/aapic/ThumbPage_100362.php con la coda tra le gambe... deluso ed arrabbiato con... i traslochi!